Infezioni fungine

Le infezioni fungine o micotiche della cute sono dermatosi di comune riscontro nell’attività ambulatoriale quotidiana del medico generico e dello specialista dermatologo. In particolare sono frequenti le infezioni cutanee dai dermatofiti.

I dermatofiti sono un gruppo di funghi che sono responsabili di quelle infezioni che interessano lo strato superficiale della cute le unghie ed i peli.

Possono comparire su aree diverse del corpo. A seconda della zona infettata, i sintomi e le manifestazioni cliniche possono variare in modo sostanziale.

L'inquadramento nosologico delle dermatofizie si basa più comunemente su criteri clinici, facendo riferimento alla sede anatomica colpita:
tinea corporis, tinea cruris, tinea manuum, tinea pedis, tinea unguium, tinea capitis, tinea barbae, tinea faciei.

L’infezione dermatofitica dell’epidermide può realizzarsi con due modalità diverse:
1.per contagio diretto o indiretto tra uomo e uomo, tra animali e uomo o tra ambiente e uomo.
2.per autocontagio da trasferimento di materiali patologici infettanti da un punto all’altro della superficie corporea dello stesso soggetto, spesso attraverso il grattamento.

Nel primo caso le lesioni sono per lo più uniche o di numero limitato e localizzate alle parti scoperte del corpo (viso, avambraccia, gambe); nel secondo le lesioni invece sono generalmente multiple ed interessano quasi sempre le regioni coperte dagli indumenti.

Il contagio indiretto può avvenire tramite peli, squame cutanee, pettini, spazzole, schienali delle poltrone di luoghi di spettacolo (teatro, cinema), cappelli, biancheria da letto, asciugamani, tappeti negli alberghi, indumenti intimi, pavimenti degli spogliatoi, basi delle docce, e comunque, in generale, con materiale inquinato.

Le infezioni fungine possono manifestarsi ovunque sulla pelle: sul tronco, su braccia e gambe, sul viso, nei capelli, a livello dell'inguine, sulla pianta dei piedi, sul palmo delle mani, fra le dita delle mani o dei piedi, ecc…

Sulla cute i funghi si manifestano come i cosiddetti “cerchi delle fate” nei boschi ovvero si espandono a partire dal centro della lesione. I funghi lasciano la pelle spaccata e irritata. Questo è il motivo per cui alcune infezioni fungine assomigliano a chiazze anulari arrossate, conosciute anche con il nome di “tricofizia”. In termine medico queste infezioni vengono chiamate "Tinea" es. Tinea corporis.

Tuttavia, esistono alcune infezioni fungine che richiedono particolare attenzione:
•Pityriasis Versicolor
•Piede d'atleta
•Infezioni delle unghie
•Forfora

Infezioni fungine del cavo orale e dell’esofago

Quando una patina bianca riveste l’interno della bocca, con la mucosa nettamente arrossata e delle ulcerazioni sottostanti, si parla di “moniliasi orale” o “mughetto”. La causa un lievito: “Candida”.

Il mughetto può estendersi alla gola e all’esofago , provocando dolore e ulcerazioni. Ognuno di noi ospita, nel proprio intestino, dei lieviti. Più del 20% della popolazione li ha addirittura in bocca, ma non è detto che la Candida provochi dei problemi.

Infezioni fungine della vagina

Le perdite vaginali di lieve entità sono normali e interessano alcune donne più di altre. Nel corso del ciclo mestruale possono variare. Durante l’ovulazione (fra due cicli di mestruazioni), le perdite possono essere un po’ più abbondanti. Non è insolito avere perdite di 5 ml al giorno. Anche la consistenza delle perdite varia.

Invece, perdite abbondanti, associate a una sensazione di prurito possono avere cause diverse, sempre associate ad uno squilibrio della flora della vagina. Possono essere coinvolti batteri, parassiti, funghi o virus, e ci può essere irritazione per indumenti attillati, pantaloni sintetici, salvaslip o salviette igieniche.

Lunaderm Mousse Igienizzante
OLEOCUT Shampoo Antiforfora
IMMUNO Gin
EUBOS UREA 5% Shampoo
EUBOS UREA 5% Detergente liquido
OLEOCUT ULTRA
NORFEM C Dispositivo medico
EUBOS UREA Emulsione 10% UREA HYDRO REPA...